Menu
A+ A A-

Emeco

Nel 1944, Wilton Carlyle Dinges fondò la Electrical Machine and Equipment Company (Emeco) ad Hanover Pennsylvania utilizzando le abilità degli artigiani locali. Durante la II Guerra Mondiale il governo statunitense diede a Dinges un importante compito, cioè quello di realizzare sedie che potessero stare in acqua, in atmosfere ricche di salsedine e sulle navi. L'obiettivo era realizzare sedie leggere ma allo stesso tempo reistenti, costruite per la vita. La scelta più naturale era quella dell'alluminio, ingegnerizzato per praticità, progettato da persone concrete. Emeco chiamò la sedia con un numero: 1006. Alcune persone la chiamarono Navy chair. Per altri divenne una icona. Tutta colpa del cinema?

Guarda la collezione completa!