Menu
A+ A A-

Piano in materiali compositi

compositi

Composizione. Si tratta di materiali realizzati in lastra ottenuti per compattazione ad elevate pressioni di resine sintetiche e cariche minerali (quarzo, silicio, granito, marmo, cemento, ceramica). Rientrano in questa categoria anche le "solid surfaces", materiali da superficie compatti e colorai in massa.

Caratteristiche. A stabilire le proprietà meccaniche, di resistenza alle azioni esterne e di durata, delle proposte delle varie aziende produttrici entrano in gioco le resine, che possono essere poliestere e acriliche, le cariche minerali e la loro percentuale, la tipologia di stampaggio, a caldo e a freddo. In generale sono materiali che si rivelano molto indicati per la produzione di piani da cucina, essendo resistenti all'abrasione, all'usura, al calore e agli shock termici, alle macchie, agli acidi, al calcare e ai prodotti alimentari e chimici. Di facile manutenzione, non assorbono liquidi, non trattengono lo sporco, sono stabili nei colori. Disponibili in molte varianti cromatiche, possono imitare il marmo, il granito, la pietra naturale.

Manutenzione. Per la pulizia non sono previste particolari attenzioni, perché basta utilizzare una spugna imbevuta d'acqua e un comune detersivo. Nel caso di sporco più resistente, è possibile utilizzare detersivi più forti ed energici, ricordando che, come per gli altri tipi di piani, la pulizia è più rapida se viene eseguita a macchia fresca.

Tipologie

Di seguito riportiamo un elenco di materiali compositi che Domus utilizza frequentemente, scegliendo tra i marchi le tipologie più importanti sul mercato

  • Corian®. Esclusiva di Du Pont, è un solid surface compatto e non poroso, composto in modo omogeneo da +-1/3 di resina acrilica (conosciuta come polimetile o PMMA) e da +- 2/3 di sostanze minerali, il cui componente principale è il triidrato di alluminio. Impiegato per realizzare superfici piane e curve ad alte prestazioni funzionali ed estetiche, è antistatico, solido, durevole nel tempo. È realizzato in lastre standard da 12,3 x 760 x 3680 mm, in una gamma molto vasta di colori Le lastre e le porzioni di lastre sono unite tra loro con uno speciale adesivo che dà un aspetto continuo e monolitico, rendendo le giunzioni impercettibili.
  • Okite®. Prodotto da Seieffe Industrie, è una pietra composita di aggregati ad alto contenuto di silice, (quarzo, sabbia, granito), legati sottovuoto con resine poliestere, colorati con pigmenti stabilizztai a raggi U.V. È prodotto in lastre lucide, completamente finite.
  • Stone®. È un materiale composito a base prevalentemente di marmo, quarzo e anche cotto di diversa granulometria, miscelati con coloranti organici e resina strutturale poliestere nella percentuale del 6-7%. Le lastre prodotte anche nel formato 120 x 120 e 120 x 300, in spessori da 1,3 - 2 - 3 cm, sono fornite rifinite e pronte per l'uso. Si caratterizza per la resistenza all flessione, all'urto, alla imbibizione.
  • Wilsonart®. Prodotto da Sadun negli Stati Uniti è un solid surface composto da 2/3 di allumina e 1/3 di resina acrilica. Scaldato a 160° può essere modellato secondo forme tridimensionali. Non poroso e perfettamente igienico permette la realizzazione continue a pezzo unico, eliminando fessure o giunzioni. Le lastre, realizzate anche nello spessore di 3 mm, disponibili in 24 colori, si utilizzano come un laminato abbinato a bordi in legno, acciaio o alluminio. essendo riparabile e ripristinabile, si mantiene inalterato negli anni.

Link utili. Corian Okite Stone Wilsonart